0cabecera

Jeremy Lin- giocatore dei Los Angeles Lakers – laureato all’Università di Harvard nel 2010 James Blake- n°4 della ATP –laureato a Harvard Allison Feaster- giocatrice di basket nella WNBA Indiana Fever – laureata all’Università di Harvard

Daniel Sànchez Arèvalo- regista spagnolo –ha studiato alla Columbia University

Daniel Sànchez Arèvalo- regista spagnolo –ha studiato alla Columbia University

Ci siamo tutti chiesti perché la realtà dei migliori centri universitari al mondo, quelle che vengono chiamate “le top university” sia così sconosciuta al grande pubblico e specialmente agli sportivi.

Di quali centri stiamo parlando? Certo, quasi chiunque può nominare le migliori università del mondo, la lista non è cambiata negli ultimi anni. QS, un istituto specializzato nella valutazione accademica internazionale, pubblica ogni anno il suo ranking delle migliori università. Nella lista più recente è in testa l’Università di Cambridge (UK), seguita da Harvard (USA), il Massachusetts Institute of Technology (MIT, USA), l’Università di Yale (USA ) e Oxford (UK).

Ana Marìa Matute, scrittrice, borsa di studio in Indiana

Ana Marìa Matute, scrittrice, borsa di studio in Indiana

La lista continua nominando centri principalmente statunitensi, la maggior parte dei quali fanno parte della “Ivy League” (la Lega dell’Edera), il club d’èlite delle università più antiche, prestigiose e selettive degli Stati Uniti.

Uno dei motivi di questa ignoranza è che la società è piena di falsi stereotipi, molto diffusi e ormai  profondamente radicati nel nostro ambiente. Un esempio di questo è la convinzione che se sei un bravo studente non puoi essere un buono sportivo e viceversa. America International ritiene che tali affermazioni e credenze siano obsolete e lontane dalla realtà attuale, come dimostrato per anni dalle università americane.

Forse il problema risiede nel fatto che non c’è la giusta informazione, o se c’è  non è facile da trovare, a causa dell’abbondanza di dati pubblicati da numerose aziende e organizzazioni che a volte causano il contrario di ciò che si vorrebbe ottenere. Vengono proposti  scenari e situazioni che, invece di  fornire risposte, sembrano fare in modo che il pubblico interessato a sapere e a dissipare i dubbi, faccia invece il minor numero di domande possibile.

Altre aziende, come America International, mettono tutte le carte in tavola, al fine di spiegare il progetto che ogni studente atleta e la sua famiglia possono pianificare, per capire se la decisione che prenderanno soddisferà le loro aspettative e le loro aspirazioni.

Formando leaders

Il regista Daniel Sánchez Arévalo ha studiato alla Columbia University, la scrittrce Ana Maria Matute vinse una beca in Indiana e il biochimico Joan Massaguè si è laureato alla Brown University. Come loro, altre persone importanti del settore scientifico, artistico o imprenditoriale del nostro paese sono passati attraverso università di prim’ordine. Casi come quello di Guillermo Fesser, Javier Solana o Mariano Barbacid dimostrano che accedere ad un dottorato di rilevanza internazionale non è un sogno impossibile.

Nessun istituto didattico  prepara gli studenti ad affrontare il mondo reale meglio dei college statunitensi. Le migliori università del mondo utilizzano il termine inglese ‘World Class Teaching’ per definire la migliore educazione  possibile in campo internazionale. I loro programmi di formazione, fin dall’inizio, presuppongono che gli studenti si stiano preparando per diventare dei leaders (a livello politico, economico, artistico, accademico, ricercatori) nella propria comunità o anche in ambito internazionale.

Joan Massaguè, biochimico, laureato alla Brown University

Joan Massaguè, biochimico, laureato alla Brown University

Inoltre, le lezioni sono tenute da professionisti e insegnanti di livello internazionale, ai quali si aggiungono leaders di riferimento in ciascuno dei loro campi (ex presidenti, premi Nobel, manager di successo, imprenditori,atleti) che offrono agli studenti la loro esperienza ed esempi reali. Inoltre in questi centri viene attribuita  molta importanza al rapporto interpersonale tra gli studenti e alla loro capacità di sostenere prove come, per esempio,  rispondere a un centinaio di domande in dieci minuti e ottenere la massima percentuale di risposte corrette. Una prova che è un esempio dalla vita reale di coloro che, in posizioni di responsabilità, si trovano nella necessità di dover reggere la pressione e prendere continuamente decisioni in situazioni critiche. Maggiori sono le responsabilità, più decisioni devono essere prese e maggiori ripercussioni avranno.

Nella formazione dello studente ha una grande importanza il lavoro di ricerca, la presentazione di lavori e il dibattimento davanti al corpo insegnanti e agli altri studenti, affrontando una serie di domande difficili a raffica, alle quali lo studente dovrà rispondere e che gli insegnerà a ragionare, argomentare e convincere i suoi interlocutori.

Ad esempio, è come se lo studente fosse un gladiatore romano e scendesse nell’arena del Colosseo a lottare per la sua vita. Un’esperienza con cui si assimilano le conoscenze acquisite durante la ricerca, ed è anche simile all’esperienza quotidiana che un dirigente deve affrontare quando porta avanti il suo lavoro in una multinazionale: la pressione, il lavoro, lo sforzo, il sacrificio e la soddisfazione quando ottiene i risultati desiderati.

Come accedere?

Accedere a uno di questi centri, il ristretto club delle università più antiche e prestigiose degli Stati Uniti, può sembrare molto costoso. Un buono studente o atleta potrebbe pensare che anche se riuscisse ad essere ammesso non riuscirà a pagarlo, o che è al di là delle possibilità economiche della sua famiglia … Ma nulla è più lontano dalla realtà, in America International, con oltre 23 anni di esperienza , abbiamo le conoscenze e gli strumenti necessari per guidarvi attraverso tutto il processo e per insegnarvi come accedere al finanziamento necessario per l’ammissione e pagate solo ciò che potete, in base al vostro reddito, senza dover in seguito rimborsare ingenti quantità di denaro.

Come è possibile? Perché le migliori università del mondo non sono finanziate esclusivamente dalle iscrizione e dalle rette degli studenti, ma con l’aiuto di sponsors  privati ​​e aziende, le donazioni sono deducibili, che desiderano in un certo senso, restituire alla società parte di quello che hanno guadagnato da essa. Queste università hanno importanti programmi di borse di studio con i quali reclutano talenti in tutto il mondo. Le borse di studio possono coprire dal costo dell’iscrizione, all’intero soggiorno nel paese.

Come posso accedere a queste università? In primis avendo una padronanza della lingua inglese, che permetta di comunicare fluentemente. Se il tuo livello di inglese non è sufficiente per andare negli USA, nella nostra azienda, l’America International, abbiamo professori   laureati in Harvard che sono a disposizione per aiutarti in qualsiasi corso o materia. In nessuna accademia di inglese  nel mondo troverete i servizi offerti dalla nostra azienda.

Le differenze di mentalità

Solamente 970 spagnoli si sono laureati alla Harvard University , fin dalla sua fondazione nel lontano 1636, mentre la Svizzera, che ha poco più di 8 milioni di abitanti, ne conta più di 10.000.

4Mariano-300x242

Mariano Barbacid, direttore del dipartimento di Oncologia dell’istituto Squibb di Princeton

Nella cultura aziendale europea, se un imprenditore fallisce nel lanciare un’idea o fondare una società, è considerato un perdente.

Negli Stati Uniti, al contrario, i fallimenti sono considerati esperienza e apprendimento, sono visti come tentativi di raggiungere il successo e non comportano una perdita di prestigio. Al contrario, contribuiscono a fornire nuove opportunità e il finanziamento necessario per realizzare nuove idee, perché  l’esperienza è il modo migliore per imparare e innovare.

In America, quando una persona vuole avviare un’azienda e accedere ad un credito, si trova avvantaggiato se nel passato ha cercato di avviare un business e non ha avuto successo, rispetto a quelli che  lo fanno per la prima volta.

Un’altra differenza notevole è che in Nord e Sud America, chi rischia ed ha successo, ottiene anche l’ammirazione dei suoi concittadini e delle istituzioni. Una concezione lontana dalla cultura di qualche paese europeo, dove avere successo significa diventare una persona sospetta, essere invidiato e criticato. Nella cultura statunitense  avere successo e riuscire ha come conseguenza l’essere ammirato, imitato e studiato come un esempio da seguire.

In America International abbiamo una missione: fornire ai giovani atleti opportunità di sviluppo accademico, sportivo, culturale e professionale per diventare persone preparate al meglio.

5Natalia

Natalie Portman, premio Oscar per il film “Il cigno nero”, laureata in Psicologia a Harvard nel 2003

Offriamo programmi personalizzati che aiutano gli atleti interessati a studiare e fare sport in una università degli Stati Uniti con una borsa di studio che unisce il lavoro accademico con quello sportivo

Con il nostro aiuto  gli studenti, oltre a  progettare un programma di studio, sono in grado di combinarlo con l’attività sportiva, e la borsa di studio fornisce assistenza economica per finanziare una parte o la totalità delle spese. Dalla sua fondazione ad oggi America International ha aiutato migliaia di giovani a sviluppare il loro talento accademico e atletico.

Perché la migliore educazione e lo sport d’elite  sono attività compatibili, come mostrato dal giocatore Jeremy Lin, dei Los Angeles Lakers, che si è laureato in Economia dalla Harvard University  nel 2010 .
Lin non è l’unico atleta di èlite che si è laureato in una prestigiosa università come Harvard, un altro esempio eccezionale per i suoi successi sportivi e accademici e la sua incredibile carriera è il tennista James Blake. Atleta, scrittore e grande raccoglitore di fondi per cause benefiche, James, nel luglio 2007 ha scritto un libro, co-autore con Andrew Friedman, intitolato “Breaking Back: How I Lost Everything and Won Back My Life” che raggiunse la posizione n° 15 nella lista dei Best Sellers di New York. Per il lancio del libro è stato ospite al “The Tonight Show con Jay Leno” e al “The Late Show  with David Letterman”, così come in diversi programmi  mattutini della TV americana. Conduce un evento di beneficenza annuale, l’Anthem LIVE!, che dal 2003 ha raccolto oltre 2,5 milioni di dollari per la ricerca sul cancro.

America International ha la costante collaborazione di un’altra atleta eccezionale, Allison Feaster, laureata in economia presso l’Università di Harvard.

Allison lavora stabilmente con America International  come coordinatrice di Drive English , un programma sviluppato in collaborazione con la Federazione del Tennis di Madrid, per la preparazione al SAT (prova di ammissione all’università riconosciuta a livello internazionale), ed è direttrice del programma estivo Boston Summer Camp.
“Il successo nella vita è il risultato della saggezza, la saggezza è il risultato dell’esperienza e l’esperienza di solito è il risultato della mancanza di saggezza .. quindi non abbiate paura di provare cose nuove” (Anthony “Tony” Robbins).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation